attesa dei re magi
banner voyager

Voyager&Traveller vi invita ad aspettare insieme agli spagnoli l’arrivo dei Re Magi, con l’arrivo tanta gioia e felicità sia per i bambini che per i più grandi!

Volete fare felice il vostro bambino? Passate le feste natalizie con noi e fategli vivere un’esperienza unica: l’arrivo dei Re Magi. In Spagna sono loro, Melchiorre, Gaspare e Baldassarre, a portare i doni natalizi ai bambini che si sono comportati bene durante tutto l’anno. Regalate alla vostra famiglia l’opportunità di vivere questa splendida tradizione, ricca di emozione e magia. Per i più piccoli fino al 6 gennaio è Natale!

In Spagna, l’abitudine di fare regali a Natale riserva momenti molto speciali ai bambini. Sono loro a vivere con più entusiasmo l’arrivo dei Re Magi d’Oriente, che entrano dalle finestre, casa per casa, distribuendo regali in una sola notte. Ma non sono gli unici a divertirsi, perché anche i grandi non possono fare a meno di lasciarsi contagiare dalla loro allegria mentre li accompagnano nei preparativi del grande giorno: il 6 gennaio. Condividere con loro l’eccitazione dell’attesa significa offrire a se stessi un’esperienza piena di tenerezza e di emozioni. Questa tradizione regala ai più piccoli giorni indimenticabili, ricchi di calore e di magia.

La Lettera

Prima di tutto i bambini devono scrivere la Lettera in cui indicano ai Re Magi i regali che vogliono ricevere. Subito dopo arriva uno dei momenti preferiti: la consegna. Potranno consegnarla personalmente ai Re Magi al loro arrivo “ufficiale” il 5 gennaio, o qualche giorno prima agli emissari e ai postini reali che saranno in centro di tutte le località spagnole. Loro vorranno sapere se si sono comportati bene a scuola e in famiglia, perché altrimenti saranno castigati e riceveranno carbone… ma sarà un “dolce” castigo, perché il carbone è di zucchero.

Una Cavalcata spettacolare

Finalmente arriva la data tanto attesa e tutta la famiglia esce di casa per accogliere i Re Magi, che arrivano con la tradizionale Cavalcata, percorrendo le strade a dorso di cammello, carichi di doni e accompagnati dai paggi reali, che distribuiscono caramelle e dolcetti tra i bambini. Poco a poco sfileranno carri divertenti, dai colori brillanti e ispirati a personaggi popolari infantili, regalando ai bambini infinite sorprese. Nel frattempo, una banda musicale accompagnerà la festa con canti natalizi. Assistere al divertente spettacolo di allegria, luce e colori, e vedere come si riflette nei volti sorridenti dei bambini, trasmette una felicità indescrivibile.

In questo giorno tutti i paesi e le città organizzano la Cavalcata, ognuno dando un tocco personale, a seconda delle zone. A Barcellona , ad esempio, i Re Magi arrivano dal mare, mentre nella località di Alarilla, a Guadalajara, sono così intrepidi da arrivare in deltaplano e parapendio. Perché non andate magari a vedere quella di Alcoi , ad Alicante, la più antica della Spagna?

La notte dei Re Magi

Dopo la Cavalcata i bambini vanno a letto presto per attendere, emozionati, che Melchiorre, Gaspare e Baldassarre entrino dalla finestra per lasciare i giocattoli nelle loro scarpe. Ma prima dovranno sistemare acqua e pane sul davanzale, perché i cammelli possano rifocillarsi mentre i Re Magi svolgono il loro lavoro. Venite a vivere il Natale in Spagna e fate scoprire ai vostri figli questa tradizione magica e ricca di emozione. Lasciate che si entusiasmino in questi giorni di festa, con i momenti di allegria, sorpresa e tenera felicità che il nostro Paese saprà offrire. L’occasione è arrivata, non lasciatevela scappare.

SFILATA DEI RE MAGI:

Si tiene dal lontano 1885 ed è la più antica Sfilata dei Re Magi della Spagna.

Ad Alcoy, grandi e piccoli vivono con grande entusiasmo il Natale e, soprattutto, l’arrivo dei Re Magi. La domenica che precede il 6 gennaio, il giorno della festa dei Re Magi, bimbi travestiti da pastori sfilano con i loro greggi per rendere omaggio al Bambino Gesù appena nato: si tratta della sfilata dei bambini, detta di “les Pastoretes”. In un crescendo di emozioni e allegria si giunge al 4 gennaio, giorno in cui l’emissario reale gira per tutta la città e legge un bando che annuncia l’arrivo di Melchiorre, Gaspare e Baldassarre. Lo accompagnano “les Burretes”, piccoli somari che portano cassette della posta, dove i bambini imbucheranno le loro lettere ai Re Magi.

Poi, finalmente, all’imbrunire del giorno dopo (5 gennaio), giunge il momento tanto agognato: a cavallo di cammelli carichi di doni, i Re Magi fanno il loro trionfale ingresso ad Alcoy. I sovrani percorrono solennemente le strade cittadine guidati dagli “antorcheros” (torcieri) che illuminano il cammino; intanto, mentre risuonano le dolci note natalizie, i paggi reali (“els negres”) con scalinate di legno salgono arditamente fino ai balconi e alle finestre delle case per consegnare i doni ai bambini, un rituale magico che rende indimenticabile questa notte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here