San Francisco in cucina
banner tui

 

San Francisco è famosa tanto per il Golden Gate Bridge e i cable car, quanto per i ristoranti trendy e la buona cucina. Questa fortunata fama si deve soprattutto ad una ricca agricoltura regionale ed a una tradizione culinaria ormai secolare. Tra i piatti tipici della cucina nord californiana è interessante elencarne alcuni e raccontarne soprattutto la storia.

Molti ristoranti locali servono il Joe’s Special. Questo piatto è nato nel 1932 nel locale New Joe’s, quando lo chef disse al frontman di un gruppo musicale, dopo la fine di un loro spettacolo in tarda serata, che in cucina erano rimasti solo spinaci, cipolle, funghi, carne macinata e uova. “Mescolateli insieme” rispose il leader del gruppo e da allora il Joe’s Special è diventato il piatto più famoso del locale e una pietanza tipica della zona.

Hangtown Fry, uno dei piatti forti durante la Gold Rush, combina uova strapazzate, ostriche e pancetta. La miscela è nata a Placerville, allora conosciuta come Hangtown. Alcune fonti attribuiscono questa creazione all’idea di un fortunato minatore, altre alla richiesta come ultima cena di un condannato a morte.

It’s It, altra delizia di San Francisco, ha debuttato nel 1928 nel famoso parco divertimenti di George Whitney, Playland at the Beach. Questo dessert goloso è una combinazione di gelato ricoperto dal cioccolato e biscotti di farina d’avena. Inizialmente si utilizzava solamente il gelato alla vaniglia, ma nel tempo sono state create versioni con molti altri gusti (come cioccolato, menta e cappuccino).

Se vi incuriosisce la storia della cucina e della ristorazione a San Francisco, allora non potete perdere questi “forse non sapevi che…”:

  • Il 40% dei visitatori di San Francisco indica i ristoranti come un fattore importante che influisce sulla decisione di visitare la città.
  • San Francisco è la patria di Ron Siegel, il primo e unico chef americano a vincere all’unanimità la competizione giapponese Iron Chef nel 1999.
  • Con circa 3.489 posti in cui mangiare, un pro capite superiore a qualsiasi altra grande città degli Stati Uniti, non c’è da meravigliarsi se dopo il paesaggio, il secondo motivo più popolare per visitare questo crocevia culinario di 47 miglia quadrate siano i ristoranti.
  • Dai giorni della corsa all’oro, l’odore del caffè torrefatto ha pervaso l’aria di San Francisco. Tre delle principali ditte di caffè negli Stati Uniti hanno iniziato qui.
  • Il Fior d’Italia, situato a San Francisco, è il più antico ristorante italiano negli Stati Uniti.
  • Nel 2006, San Francisco e la Bay Area sono diventate la seconda destinazione degli Stati Uniti e la sola città della West Coast ad avere una propria guida Michelin, con oltre 300 ristoranti premiati con le ambite stelle. In tutta Italia nel 2017 i ristoranti 3 Stelle Michelin erano 8, nella sola area di San Francisco ne troviamo ben 6.
  • L’accesso a ingredienti locali freschi e abbondanti è una grande fonte d’ispirazione per gli chef della zona. Nove mercati di agricoltori operano in città, incluso il famoso mercato di Ferry Plaza Farmers, gestito dal Centro per l’educazione urbana sull’agricoltura sostenibile (CUESA).
  • San Francisco è la prima città negli Stati Uniti in cui ha preso piede e si è sviluppato lo Slow Food.
  • Molti chef di San Francisco visitano personalmente il mercato dei contadini di San Francisco presso il Ferry Building ogni martedì e sabato mattina per ritirare i loro prodotti e decidere cosa includere nei loro menu. Gli agricoltori del mercato praticano l’agricoltura sostenibile, integrando tre obiettivi principali: salute ambientale, redditività economica e equità sociale ed economica.

Per celebrare questo ruolo di eccellenza culinaria nel mondo, la Golden Gate Restaurant Association (GGRA) organizza ogni anno la San Francisco Restaurant Week (SFRW). Quest’anno torna dal 22 al 31 gennaio coinvolgendo quasi 130 ristoranti nei dintorni di San Francisco, i quali offriranno menu speciali a prezzo fisso per mostrare le loro capacità e la loro passione per la cucina. Lo scorso anno il festival ha riscontrato un enorme successo con 26.000 coperti serviti, 1,1 milione di dollari di entrate per i ristoranti partecipanti e 48 milioni il valore della copertura mediatica.

Durante la SFRW, i ristoranti creano dei menu a prezzo fisso che celebrano i loro piatti più famosi o presentano un nuovo menu che stanno testando. Tendenzialmente i vari menù proposti hanno prezzi e portate prestabiliti per la cena e per il pranzo.

Pranzo (2 portate): $ 15 e $ 25

Cena (3+ portate): $ 40 e $ 65

La settimana dei ristorante a San Francisco è un’opportunità unica di scoprire un nuovo ristorante delizioso, o ritornare in qualche locale preferito, e gustare speciali menù a più portate a prezzi (tutto sommato) economici, soprattutto per la zona.

Qui trovate la lista completa dei ristoranti partecipanti e dei menu proposti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here