banner voyager

Il Viaggio di Katia e Adriano sulle rotte dei pirati, alla scoperta di isole stupende a bordo di una nave da crociera della Costa. Venita con noi alla scoperta di questa avventura.

Abbiamo scelto la crociera soprattutto per l’itinerario (ci ha permesso di visitare 7 isole in 7 giorni) pertanto variando isola ogni giorno.
Siamo partiti da Roma il 23 Febbraio e siamo tornati il 01Marzo 2008.
Il viaggio di andata (con scalo a Parigi) è stato piuttosto lungo ma ne è valsa la pena. Ci siamo imbarcati a Guadalupe, nave Costa Atlantica.
La nave è molto grande e ci si trova ogni genere di comodità: diversi ristoranti e bar, buffet dappertutto, palestra, sauna…centro spa (trattamenti un po’ cari) teatro…insomma per tutti i gusti. La cucina in genere è buona ( a nostro giudizio la serata italiana ha lasciato un poco a desiderare) comunque anche da questo punto di vista c’è solo da scegliere considerando che fino all’una di notte c’è la possibilità di mangiare la pizza!

La prima tappa è stata St.Martin bella isola di cui abbiamo visitato una spiaggia.
Per tutta la durata della crociera vi consiglio di organizzare da soli le vostre escursioni : scendendo dalla nave verrete accolti da tassisti e tour operators locali dove contrattando sul prezzo vedrete le stesse cose che vi propone la Costa spendendo 1/3. Molto utile si è rivelata la figura del port and shopping consultant, che oltre a darvi dritte sui vari negozi (specie di gioielli) dei vari porti (sono zone franche e pare si risparmi tanto) vi aiuterà anche nel caso in cui vorreste fare da soli, non esitate a chiedere consigli.  Noi abbiamo preso diversi tipi di rhum, molto buoni a prezzi veramente bassi (portatevi i dollari USA).
A St Martin ad esempio il taxi ci ha portato in questa spiaggia all’interno di una zona privata per 4-5 dollari a testa.

Tappa successiva La Romana.
Qui abbiamo deciso di visitare il borgo di Altos de Chavon (Ci siamo arrivati con un pullmino spendendo 4 Dollari) poi un ragazzo ci ha accompagnati per il borgo per  20 Euro (eravamo in due e la visita è durata 20 min; andate da soli!). Contrattando, meglio se siete in gruppo, pare meriti la visita il fiume Chavon dove hanno girato King Kong  e Rambo (noi non siamo andati).
Tornati al porto siamo andati a La Romana. Eravamo un po’ tesi anche perchè il posto magari non ispira molta tranquillità, siamo andati al mercatino locale dove abbiamo fatto diversi acquisti. Anche qui si contratta: ci sono molte cosine in legno, sigari, quadri…i venditori sono un po’ pressanti ma alla fine vale la pena.

Tappa successiva isola Catalina dove la Costa ha la propria spiaggia e si scende gratis!
Interessante il mercatino (anche qui si compra bene), la spiaggia è bianca ed il mare turchese. Per gli amanti dello snorkeling a ridosso degli scogli si vedono molti pesci colorati. La Costa organizza anche un bel bbq sulla spiaggia.
Tappa successiva Tortola. Qui abbiamo fatto una gita (organizzata da Costa al prezzo di 96 euro a testa!!!) a Virgin Gorda. Il posto è mozzafiato: per accedere alla spiaggia bisogna infilarsi in mezzo alle rocce  ma alla fine si viene ricompensati da una vista indescrivibile. Le rocce ricordano un po’ la Sardegna, il mare è turchese con alle spalle una fitta vegetazione tropicale: il paradiso. Facendo questa escursione da soli dei nostri amici hanno speso 33 Dollari.

Tappa successiva Antigua. Qui abbiamo deciso di farci portare da un taxi su una bella spiaggia (Jolly Harbur) , anche se pare che ce ne fossero di migliori: la sabbia è molto fine, quindi viene mossa dal mare e non dà quel senso di trasparenza all’acqua. In compenso ci siamo mangiati un’aragosta da applauso.
Tappa successiva St. Lucia. Qui abbiamo fatto un tour organizzato da un locale (tale Peter the Great) che viene anche consigliato dal port and sh. Consultant. Il tour misto tra barca e pullman ci ha permesso di visitare la solfatara , il giardino botanico ed una bella spiaggia (oltre a vedere tutta la costa via mare). St. Lucia è una vera esplosione della natura con piante rigogliose e fiori colorati. Il tour è ben organizzato ed anche così si risparmia un po’. Facendo il tour in questo modo si ha poi un po’ di tempo per lo shopping.
Per l’ultimo giorno, quello dello sbarco, abbiamo optato per la visita di Guadalupe (organizzato da Costa). Il giro, purtroppo un pò veloce,  ci ha permesso di visitare il giardino botanico  (anche qui piante e fiori mozzafiato) le cascate degli scampetti ed una distilleria.
Sotto la nave, al porto, da non perdere il mercatino.

Alla fine del viaggio possiamo dire che l’itinerario ci è piaciuto molto sia per il mare che per l’aspetto naturalistico. Il tempo trovato è stato in generale buono: a St.Lucia abbiamo preso un po’ di acqua sulla tratta in barca (pare che piova tutti i giorni) ma dopo un oretta è uscito il sole (portate un K-Way). Vale la pena comprare nei porti (molti sono tax free, e grazie anche al cambio si risparmia molto); su alcolici, sigarette, gioielli i prezzi migliori.        
Se foste interessati all’acquisto di spezie le trovate nel mercatino di Guadalupe (quello sotto la nave) che volendo potete visitare anche la sera del vostro arrivo.
La nave è sicuramente molto comoda e sicura. Offre senza dubbio molte possibilità diverse ed a mio avviso annoiarsi è impossibile. Il tempo è invece insufficiente per seguire tutti gli eventi proposti, quindi se non ci si vuole stressare, consigliamo di lasciarsi cullare dal ritmo dei Caraibi e scegliere sulla base del proprio gusto. Tranne gli ultimi giorni dove si è sentito un po’ il rollio della nave (sembrava di essere un po’ ubriachi non avendo molto il senso dell’equilibrio) non abbiamo avuto grossi problemi.
Per quanto riguarda la sicurezza è bene non andare da soli in luoghi appartati, specie la sera, e non ostentare oggetti di valore.

E’ bene anche qui chiedere al port and shopping consultant eventuali zone a rischio onde evitare situazioni spiacevoli (un gruppo di nostri amici a St. Lucia in una spiaggia sono stati infastiditi da un gruppo di locali che gli proponeva di comprare droga).
Consigliamo questo viaggio anche a chi non ama molto la soluzione crociera perché comunque è un buon mezzo comodo e sicuro per toccare questo itinerario.

Buon viaggio.

Adriano & Katia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here