canguri
banner voyager

Kangoroo Island…

Dall’ultima volta che vi abbiamo scritto, abbiamo infranto un’altra barriera verso quella che riteniamo l’Australia di maggior capacita’ di affabulazione. Siamo infatti entrati nel South Australia, lasciandoci alle spalle Victoria e New South Wales, i due stati piu’ ”popolati”. La capitale e’ Adelaide, che ha solo un milione e mezzo di abitanti, qui l’easy life australiana si sente moltissimo. La sera sono tutti fuori dai bar ”alfresco” ad osservare la gente che passa, e il culto del mangiar fuori e’ a livelli maniacali.

Il piccolo centro e’ completamente circondato da un immenso parco, dove la gente allegramente passeggia. Questa sara’ l’ultima ”citta”’ prima del viaggio verso nord e le zone desertiche, e quindi ce la siamo goduta.

Adelaide e’ bellissima, e siamo rimasti qui tre giorni, anche noi ”alfresco” e a passeggiare nei parchi. La tappa precedente e’ stata Kangoroo Island, un’isola remota all’interno di un paese gia’ di per se’ remoto.
Immaginatevi! Qui, quando due macchine si incontrano, ci si saluta allegramente increduli. Qui abbiamo visto i leoni marini (ma quanto sono strepitosi!), frotte di canguri, opossum ed ekidna ”!!!”. Rispetto al nostro primo intendimento, abbiamo invertito la direzione del nostro viaggio. Ed e’ stato un bene. Ora infatti ci troviamo all’estremo sud della Highway che taglia in due il continente, da Adelaide a Darwin, ed e’ epica tanto quanto la Route 66 di americana memoria.

junga australianaSiamo pronti a immergerci in quella che sara’ la parte piu’ emozionante del nostro andare. In alcuni centri, abbiamo avuto contatti con la cultura Aborigena. I presupposti sono buoni. Vi informeremo in seguito. Noi stiamo da dio. Frangipane,(il nostro camper) che nel frattempo e’ stato ribattezzato Lilly Pilly Gully, lo sentiamo ormai come un terzo fedele compagno di viaggio. Specialmente su Kangoroo Island, lo abbiamo maltrattato parecchio (molte strade sono sterrate), ma lui non ha fatto un plisse’. Il rapporto con gli australiani continua ad essere sereno, e la loro disponibilita’ e’ sempre sorprendente. Entrando nel secondo mese, finisce la ”vacanza”, e la sensazione di viaggio si fa piu’ spessa. Ed e’ qui che i duri cominciano a giocare.

Tappa sucessiva

Tappa precedente

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here