Crociera ai Caraibi con “Costa Atlantica” con due notti a Miami

Il bellissimo panorama delle Isole Cayman.
banner tui

Vacanza consigliata a chi ama la comodità ed il lusso di un grande hotel galleggiante, senza aver la fretta di conoscere a fondo le tappe della crociera. La grande ammiraglia della flotta Costa è una nave veramente speciale: alta come il Duomo di Milano ospita 1800 persone più 900 di equipaggio. Eppure a bordo non si vedono talmente è immensa la nave.

Miami

La Costa Atlantica…”Transatlantico” da sogno.

Volo Malpensa-Miami con Alitalia ( voto 5–) e trasferimento all’Hotel Intercontinental. Albergo extralusso proprio sul porto di Miami, ne vale la pena anche se, oltre alle due notti, il resto (colazione, ecc.) è tutto da pagare a parte. A Miami si può affittare l’automobile e visitare Miami Beach e l’acquario, poi il tempo vola e non si può fare altro.

L’imbarco

Di notte si naviga, di giorno ci si diverte!

La Costa Atlantica è fatta per stupire, tipo Las Vegas per intenderci. La nave è dedicata a Federico Fellini, perciò i vari ponti si chiamano a tema: Luci del Varietà, La Dolce Vita, ecc. La nave è talmente grande che non bastano i 7 giorni di crociera per visitarla tutta. All’interno scaloni e specchi, luci e moquette, ascensori e porte finemente lavorate, tutto è lusso e cura dei particolari. Enorme la cucina, e si mangia benissimo. Infatti la cosa più straordinaria è il cibo, si mangia dalle otto di mattino all’una di notte.

Particolare dell’interno della nave da crociera.

I ristoranti sono due, c’è un enorme self-service, i bar invece si sprecano. C’è perfino una copia esatta del Caffè Florian di Venezia. Naturalmente il pensiero principale è cosa fare. Ma non temete in crociera non avete il tempo di annoiarvi: l’animazione è iperattiva e a chi non basta alla sera c’è la discoteca, il piano bar e due o tre situazioni musicali. Non può mancare il casinò ed il teatro.

Le tappe

Le celebri cascate giamaicane di Ocho Ryos.

La tappa a Key West è da vedere con un trenino si visitanola casa di Heminguey, il punto più basso e vicino a cuba degli Stati Uniti (dista meno di 100 miglia da Cuba). A Cozumel in Mexico visita all’isola e poi non può mancara il famosissimo tempio di Tulum, a picco sul mare. In Giamaica invece mezza delusione per le cascate di Ocho Rios, reclamizzate ma talmente piene di gente da non poter essere codute appieno. Inoltre sno state “asfaltate” con una vernice verde che fa sicuramente perdere punti a questo luogo turistico per eccellenza. A Gran Cayman è in programma l’incontro con le grandi Mante, purtroppo il mare mosso non ha permesso la gita e così niente mante! Naturalmente la grande nave non aveva il minimo rollio.

Spettacolo all’acquario di Miami.

Insomma in un batter d’occhio la vacanza è volata e questo, secondo me, è il miglio complimento alla Costa Crociere. La compagnia? Ottima 70% americani e 30 % italiani, di solito coppie in viaggio di nozze. Se vi hanno raccontato cose strane sulle crociere appartengono al passato. Oggi fare una crociera è sopratutto una vacanza rilassante per famiglie giovani o per ricchi pensionati, ma sempre una bella vacanza.

Pierangelo F.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here