vademecum diary-bipixabay

Come viaggiare rispettando noi stessi e le popolazioni ospitanti

banner voyager

Come ogni anno è arrivato il tempo per le vacanze estive. Migliaia di viaggiatori di ogni nazionalità si sposteranno in tutto il globo, compiendo distanze lunghissime in tempi relativamente brevi. Ma qual è il comportamento giusto da tenere in vacanza? Quali sono i doveri di un viaggiatore? Cosa si può fare e cosa non si deve assolutamente fare in vacanza? Voyager & Traveller ha così pensato di redigere un piccolo vademecum dei comportamenti da tenere quando siamo in vacanza, per continuare a divertirsi senza farci o fare danni…

Località Mare

  • Rispettate il mare, non raccogliete conchiglie e sabbia.
  • Non lasciate sporcizia in spiaggia o nell’acqua.
  • Non lasciate mozziconi in mare o spiaggia.
  • Evitate di acquistare souvenir come pesci, denti di squalo o pezzi di tartaruga. La normativa europea è molto dura oltre che rischiare salate multe eviterete di essere complici nell’impoverimento delle risorse naturali. Fatelo per i vostri nipoti.
  • Se fate immersioni non toccate corallo o conchiglie. Non appoggiate i piedi o le mani sopra rocce o dentro buchi. Ricordate il detto della mamma…
  • Non date da mangiare ai pesci pane o simili. Non mi risulta vi siamo panetterie “On the Sea”.
  • Portate con voi crema protettiva, occhiali e cappellino. Il Sole non perdona.

Montagna

  • La montagna va rispettata. Non calpestate fiori o funghi anche se questi ultimi magari sono velenosi.
  • Non lasciate il sentiero segnalato, e non avventuratevi su piste innevate non bautte.
  • Avvisate sempre qualcuno sulla vostra meta e sul tragitto.
  • Non gettate sassi. Pensate che forse qualcuno e sopra di voi.
  • Non alzate sassi, sotto potreste trovarvi qualche serpente che si gode il fresco e che non ama compagnia…
  • Affrontate la montagna con l’attrezzatura adeguata. Non si sa mai.

Città

  • La città è il posto dove ci sentiamo più a nostro agio ma al contrario di quanto può sembrare è il luogo meno sicuro. Esistono infatti innumerevoli pericoli che affrontiamo tutti i giorni ma che non sospettiamo in agguato.
  • In una città straniera informatevi dai locali su zone da evitare accuratamente.
  • Evitate i locali che non conoscete, i vicoli bui e maleodoranti.
  • Evitate di portare con voi molto denaro, ma sopratutto distribuitelo. Non lasciatelo tutto in borsa o nel portafoglio. Meglio due portamonete dove dividere il malloppo.
  • Se vi dovesse capite qualcosa di spiacevole andate alla polizia e poi all’ambasciata o al consolato italiano in loco.

Comportamento Un buon viaggiatore o turista che si rispetti prende coscienza degli usi e dei costumi del luogo visitato. Eviterete così spiacevoli fraintendimenti. E’ bene leggere su come comportarsi e a questo proposito consigliamo il libro: “Il passaporto delle buone maniere” di Barbara Ronchi Della Rocca. Comunque vale la pena ricordare che l’educazione imparata nel nostro paese aiuta risolvere spiacevoli situazioni. A volte l’abbigliamento non è adatto
per visitare un luogo, a volte bisogna tenere un comportamento tranquillo: voce bassa ed evitare di fare rumore (cosa molto difficile per un turista). Ricordatevi che non tutti in vacanza vi vogliono fregare, anzi a volte dare fiducia può aprirci ad un mondo di nuove e simpatiche conoscenze. Rischi I rischi che si possono incontrare viaggiando sono di due tipologie:

  • Sanitari, dovuti alle condizioni igieniche e comportamentali
  • Ambientali, dovuti al luogo o alle popolazioni

Per i rischi ambientali consigliamo la lettura del libro Luciano Del Sette e Alfredo Luìs Somoza: “Guida ai viaggi a occhi aperti” che trovate recensito nella nostra Libreria.

Naturalmente andare in vacanza a Formentera comporta dei rischi minori rispetto ad una meta come il Kenya. E’ bene quindi controllare la situazione del paese che si vuole
visitare.

  • Vi consigliamo comunque di: Non portare con voi oggetti di elevato valore come gioielli, orologi preziosi, ecc. Se li portate lasciateli presso la cassaforte dell’albergo
  • Fate attenzione a portare la vostra attrezzatura cine-fotografica in determinate zone
  • Quando uscite la sera tenete un abbigliamento a seconda delle zone che frequentate: giocate a mimetizzarvi con la popolazione. Se non fosse possibile cercate di passare anonimi.
  • Chiedete ai taxista o ai gestori dell’hotel dove pernotterete quali sono le zone che è meglio evitare. Visto che ci vivono conoscono il posto meglio di voi.
  • Evitate nelle ore notturne stradine buie e spiagge poco frequentate se siete solo in due.
  • Evitate di guidare in stato di ubriachezza o sotto l’effetto di droghe
  • Evitate di acquistare droghe. In alcuni paesi lo stesso spacciatore che vi venderà le sostanze potrebbe denunciarvi alla polizia per incassare la taglia. Non fidatevi troppo. Un turista arrestato è un grosso trofeo per far vedere come funziona la polizia di quel paese al resto del mondo.
  • La pedofilia è un reato che è perseguito in tutti i paesi del mondo. In Italia si è perseguiti anche se il reato è commesso all’estero.
  • Non lasciate incustoditi i vostri bagagli. Teneteli sempre vicino a voi e chiusi. Anche in albergo.
  • Non lasciate oggetti preziosi in automobile o nelle camere degli alberghi.
  • Fate una fotocopia del passaporto e dei vostri documenti.

Per i rischi sanitari che potete incontrare durante il viaggio consultate la vostra Asl. Vi sono paesi dove è consigliata la vaccinazione.

  • Fare gli eroi non vi aiuta: se è meglio vaccinarsi fatelo, farete vacanze più serene. Consultate l’Asl del vostro distretto per le vaccinazioni da fare a seconda della meta. Fatelo per tempo e non il giorno prima di partire
  • Se al ritorno da una vacanza riscontrate alcuni strani sintomi inspiegabili consultate subito il medico dell’Asl.
  • Evitate di mangiare in cattive condizioni igieniche o cose che non conoscete.
  • Evitate di bere l’acqua se non chiusa in bottiglia. Meglio la birra o le bevande gassate. Evitate il ghiaccio.
  • Per lavarvi i denti utilizzate una bottiglia di acqua minerale (sciacquate anche lo spazzolino con quella)
  • Formula segreta per reidratare il corpo dopo una forte diarrea del viaggiatore: succo di frutta in bottiglia, sale, zucchero ed un goccio di superalcolico. Questo beverone per quanto schifoso vi aiuterà a reidratarvi. Altrimenti utilizzate le pastiglie di sali che trovate in farmacia.
  • Portate con voi una piccola farmacia, ma leggete bene le istruzioni prime di prendere qualsiasi medicina.
  • Compilate e portate con voi il Passaporto Sanitario, è molto utile. Lo potete richiedere in Asl.
  • Prima di partire stipulate un’assicurazione sanitaria che coprirà eventuali spese mediche. E’ meglio delle corna…

Questi i nostri semplici consigli. Semplici e di facile consultazione. Naturalmente sono solo dei suggerimenti, ogni viaggiatore maturo sa come comportarsi in determinate situazioni. La nostra incolumità è un fattore di primaria importanza e sta nel buon senso non mettere a repentaglio la nostra vita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here